San Miniato: la città nascosta

Foto di Claudio Tamburini

Un ringraziamento particolare all’amico Giuseppe Chelli che mi ha fatto scoprire questo fantastico luogo.

Un intreccio di camminamenti corre sotto le strade ed i palazzi di San Miniato.
Costruiti in tempi diversi e per scopi ed usi diversi i cunei hanno segnato la
vita medioevale degli abitanti del Castello.
La memoria tramandata ci narra che queste vie di tufo  assicuravano l’uscita
dal Castello in caso di assedio; permettevano i collegamenti nascosti tra
le famiglie magnatizie durante le faide interne; nascondevano nelle viscere
ricercati e malfattori. In tempi più recenti sono stati rifugio
dai pericoli della guerra; cantine e deposito di derrate; canali di sgrondo
delle acque pluviali e “fosse” di scarico di macerie di case e palazzi,abbattuti.
Oggi ostruiti da frane e detriti sono percorribili solo per brevi tratti
accessibili  qua e là da sotterranei di palazzi Storici
Un gruppo di cittadini associati ai Moti Carbonari-ritrovare la strada- sta
lavorando con idee e piccoli interventi al recupero sia pure parziale dei
cunei per una proposta di fruizione e di richiamo turistico.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: +3 (from 3 votes)
San Miniato: la città nascosta, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Condividi ObiettivoFotografia.it

  • Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *